Informiamo la gentile Clientela che attualmente è possibile effettuare prenotazioni fino alla data del 30 GIUGNO 2018.

 

giottoridotto3

 

interno-cappellaLa Cappella degli Scrovegni, capolavoro della pittura del Trecento italiano ed europeo, è considerato il ciclo più completo di affreschi realizzato dal grande maestro toscano nella sua maturità. Colore e luce, poesia e pathos. L'uomo e Dio. Il senso della natura e della storia, il senso di umanità e di fede fusi assieme per narrare in un modo unico, irripetibile le storie della Madonna e di Cristo.

Giotto termina gli affreschi della Cappella entro i primi mesi del 1306. In questa data "...la cappella presenta un'architettura molto semplice: un'aula rettangolare con volta a botte, un'elegante trifora gotica in facciata, alte e strette finestre sulla parete sud, un'abside poligonale poi sopraelevata per la cella campanaria".

Il ciclo pittorico della Cappella è sviluppato in tre temi principali: gli episodi della vita di Gioacchino e Anna (riquadri 1-6), gli episodi della vita di Maria (riquadri 7-13) e gli episodi della vita e morte di Cristo. In basso a questi affreschi, una serie di riquadri illustra le allegorie dei Vizi e delle Virtù.

bacio

Per eventi corporate, aperture straordinarie e visite riservate scrivere a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Per la visita alla Sala Multimediale e alla Cappella degli Scrovegni si consiglia nelle stagioni calde un abbigliamento adeguato alla temperatura interna di 18°.

 
  • Tutto l'anno dalle 9.00 alle 19.00

 Le visite serali 19 - 22.00 sono attualmente confermate fino al 5 Novembre 2017. Verranno sospese dal 6 Novembre al 26 Dicembre compreso per riprendere durante il periodo natalizio dal 27 Dicembre al 30 Dicembre e dal 2 al 7 Gennaio 2018.
Dall'8 Gennaio la Cappella degli Scrovegni chiuderà alle 19.00 fino alla data del 24 Marzo 2018.
Dal 25 Marzo 2018 sarà possibile nuovamente visitare la Cappella in orario serale 19.00 - 22.00.

 

 

VISITE di 15 MINUTI in orario diurno 9.00 - 19.00 nei seguenti periodi:

 

  • MARZO
  • APRILE
  • MAGGIO
  • 1 - 15 GIUGNO
  • AGOSTO
  • SETTEMBRE
  • OTTOBRE
  • 1 - 15 DICEMBRE

 

VISITE di 20 MINUTI in orario diurno 9.00 - 19.00 in questi periodi:

 

  • GENNAIO
  • FEBBRAIO
  • DAL 16 AL 30 GIUGNO
  • LUGLIO
  • NOVEMBRE
  • DAL 16 AL 31 DICEMBRE

 


La Cappella degli Scrovegni osserva durante l'anno i seguenti GIORNI DI CHIUSURA:

 

  • NATALE
  • S. STEFANO
  • CAPODANNO

 

 

ORARIO DIURNO

 

Biglietto intero
€ 13,00
Adulti maggiorenni senza diritto ad alcuna riduzione.
Con tale biglietto è possibile accedere anche al Museo Eremitani e a Palazzo Zuckermann.
Biglietto ridotto
€ 8,00


Per i gruppi (almeno 10 persone) e i singoli regolarmente iscritti ad associazioni socio-culturali e umanitarie. 
 
LUNEDI' non festivi il biglietto d'ingresso alla Cappella degli Scrovegni per i visitatori singoli è ridotto ad 8euro in quanto i Musei Civici degli Eremitani sono chiusi; per lo stesso motivo i GRUPPI (minimo 10 persone) possono accedere con la tariffa ridotta-speciale a 6,00euro per tutti i partecipanti.
 
Visitatori singoli titolari di tessere delle seguenti associazioni:
 
  • ADA o WWF
  • AIDO
  • Amici dei Musei non di Padova
  • Croce Rossa Italiana
  • ITALIA NOSTRA
  • DIPENDENTI DEL COMUNE DI PADOVA su esibizione del badge magnetico
  • MUSME biglietto d'ingresso (entro 1 mese dalla visita)
Biglietto ridotto - speciale
€ 6,00


Dai 6 ai 17 anni.
Tutti gli studenti singoli muniti di tessera e libretto fino a 26 anni.
Comitive di almeno 10 persone, iscritte regolarmente ad associazioni aventi finalità istituzionali di tipo socio-culturale e umanitario.
Ultra sessantacinquenni della Comunità Europea.

SOLO LUNEDI' non festivi: gruppi generici composti da almeno 10 persone.

Biglietto ridotto - speciale convenzionati 
€ 6,00


Riduzione applicabile solo ai visitatori singoli e ai gruppi composti interamente da tesserati della stessa associazione convenzionata.

 

Visitatori singoli titolari di tessere delle seguenti associazioni:

  • ACI: su esibizione della tessera internazionale ARC EUROPE e SHOW YOUR CARD
  • ACLI (Padova e Nazionale)
  • AICS
  • A.I.E.D. - Ass. Italiana per l'Educazione Demografica
  • AREAARTE
  • ARCI
  • ASSOCIAZIONE DI.SEGNO
  • ASSOCIAZIONE FANTALICA di Padova
  • ASS. LAVORATORI INTESA SAN PAOLO
  • ASSOCIAZIONE CULTURALE NUOVA GIUSTIZIA CRAL PIEMONTE
  • ASSOTURISMO Veneto/CONFESERCENTI del Veneto Centrale
  • AVIS
  • CAMPER CLUB INSIEME
  • CAPIT
  • CASSA MUTUA DELLA CAMERA DI COMMERCIO di PADOVA
  • CITY SIGHTSEEING - Possessori del biglietto 
  • CIRCOLO NUMISMATICA PATAVINA
  • COINCARD
  • CARTA D'ARGENTO Comune di NOVENTA PADOVANA
  • CLUB PLEINAIR
  • CLUB SKIRA
  • CRAL AZIENDA OSPEDALIERA di Padova
  • CRAL ULSS 6 circolo ricreativo
  • CRAL COMUNE DI PADOVA
  • CRAL Comune di PONTE SAN NICOLO'
  • CRAL INFN (Istituto Nazionale di Fisica Nucleare) di Padova
  • CRAL ESCALIBUR
  • CRAL INPS PADOVA
  • EDENRED TICKET RESTAURANT con coupon cartaceo Edenred ART o scaricabile dal sito Edenred
  • EMERGENCY
  • FAI Padova e Nazionale (FAI FAMIGLIA = coniugi + figli fino a 18 anni)
  • FEDERAZIONE ITALIANA CAMPEGGIATORI
  • GREENSTOP 24
  • ISIC (Carta internazionale dello studente/insegnante – International Youth Travel Card/International Teacher)
  • LEGAMBIENTE
  • LIBRERIA FELTRINELLI - CARTA PIU' E MULTIPIU'
  • LIBRERIA IBS
  • ORDINE DEGLI PSICOLOGI VENETO
  • SOCIETA' DANTE ALIGHIERI
  • SORSI D'ARTE APS
  • TOURING CLUB
  • TRA - Treviso Ricerca Arte
  • TRALALTRO Arcigay
  • UNIVERSITA' POPOLARE DI CAMPONOGARA
  • UNIVERSITA' DEL TEMPO LIBERO DELLA RIVIERA DEL BRENTA
  • UISP
  • UNPLI  (Unione Nazionale delle Pro Loco d'Italia) (Padova e nazionale)

Biglietto agevolato
€ 1,00

  • Fino a 5 anni per tutti i bambini
  • Portatori di handicap
  • accompagnatore di portatori di handicap
  • Possessori di tessera ICOM: 1,00 euro per prenotazione Cappella

ATTENZIONE: il biglietto "Agevolato" ad 1,00euro non può essere abbinato alla Padovacard per prenotare il solo ingresso in Cappella. Chi avesse già acquistato la Padovacard presso canali diversi dal nostro è pregato di contattare telefonicamente il call center; chi avesse intenzione di acquistare la Padovacard è invitato a prenotare la tessera inclusiva del biglietto d'ingresso dall'apposito link PADOVACARD segnalato prima di accedere al calendario delle disponibilità.

Biglietto ridotto speciale SCUOLA
€ 5,00

Gruppi di studenti accompagnati dai loro insegnanti

Tessera Padova Card 48 ore 
€ 16,00

Con la Padova Card 48h avrete trasporti pubblici APS gratuiti sia in città che nei percorsi extraurbani, ingresso gratuito a 12 siti di grande interesse storico-artistico, incluso l'intero sistema civico museale padovano; e ancora sconti e riduzioni in ulteriori 24 monumenti, sull'utilizzo del divertente e comodo City Sightseeing Bus, sulle incantevoli escursioni in battello lungo la Riviera del Brenta, sulle visite guidate, sulle fiere di maggiore richiamo, sui principali spettacoli teatrali proposti dalla storico Teatro Verdi.
Inoltre ricca offerta di sconti, offerte e gadgets negli hotel, ristoranti, bar, locali, cantine, agriturismo, b&b, negozi, autonoleggi e noleggi biciclette convenzionati.
Dura 48 ore, è valida per un adulto e un bambino di età inferiore ai 14 anni. Ogni Tessera PadovaCard acquistata consente di effettuare un'unica prenotazione di accesso in Cappella degli Scrovegni.

Tessera Padova Card 72 ore 
€ 21,00

Con la Padova Card 72h avrete trasporti pubblici APS gratuiti sia in città che nei percorsi extraurbani, ingresso gratuito a 12 siti di grande interesse storico-artistico, incluso l'intero sistema civico museale padovano; e ancora sconti e riduzioni in ulteriori 24 monumenti, sull'utilizzo del divertente e comodo City Sightseeing Bus, sulle incantevoli escursioni in battello lungo la Riviera del Brenta, sulle visite guidate, sulle fiere di maggiore richiamo, sui principali spettacoli teatrali proposti dalla storico Teatro Verdi. Inoltre ricca offerta di sconti, offerte e gadgets negli hotel, ristoranti, bar, locali, cantine, agriturismo, b&b, negozi, autonoleggi e noleggi biciclette convenzionati.
Dura 72 ore, è valida per un adulto e un bambino di età inferiore ai 14 anni. Ogni Tessera PadovaCard acquistata consente di effettuare un'unica prenotazione di accesso in Cappella degli Scrovegni.
Padova Card - Accesso alla Cappella € 1,00 Per l'ingresso alla Cappella degli Scrovegni con Padova Card si dovrà pagare 1 euro di diritto di prenotazione per ogni persona.
Tessera Musei tutto l'anno
€ 15,00
Biglietto cumulativo per i musei e i monumenti medioevali e rinsacimentali del comune di Padova
(Musei civici agli Eremitani e Cappella degli Scrovegni; Palazzo della Ragione;Loggia e Odeo Cornaro;Oratorio di San Michele;Oratorio di San Rocco)
Validità un anno dalla data di primo utilizzo.La card non è valida per le visite serali. Ogni Tessera Musei Tutto L'Anno acquistata consente di effettuare un'unica prenotazione di accesso in Cappella degli Scrovegni.
Tessera ridotta Musei tutto l'anno
€ 12,00
Biglietto cumulativo per i musei e i monumenti medioevali e rinsacimentali del comune di Padova
(Musei civici agli Eremitani e Cappella degli Scrovegni; Palazzo della Ragione;Loggia e Odeo Cornaro;Oratorio di San Michele;Oratorio di San Rocco)
Aventi diritto: dai 6 ai 17 anni
Tutti gli studenti singoli muniti di tessera e libretto
Studenti accompagnati dai loro insegnanti
Comitive di 10 persone regolarmente iscritti ad associazioni socio-culturali e umanitarie
Militari di leva.
Ultra sessantacinquenni della Comunità Europea
Validità un anno dalla data di primo utilizzo.La card non è valida per le visite serali. Ogni Tessera Musei Tutto L'Anno acquistata consente di effettuare un'unica prenotazione di accesso in Cappella degli Scrovegni.
Musei tutto l'anno - Accesso Cappella € 1,00 Per la prenotazione della Visita alla Cappella degli Scrovegni sarà dovuto un euro di prenotazione per ogni persona.
Tessera Musei Carta Famiglia
€ 25,00
La Carta Famiglia è valida per due adulti e due ragazzi al di sotto dei 12 anni.
Permette di visitare la Loggia e Odeo Cronaro, i Musei Civici agli Eremitani, la Cappella degli Scrovegni (con un costo aggiuntivo di 1 euro per la prenotazione), il Palazzo della Ragione (Il Salone) (in occasione di mostre l'accesso è consentito solo fino alla Pietra del Vituperio), l'Oratorio di San Michele, L'Oratorio di San rocco, il Piano Nobile dello Stabilimento Pedrocchi e la Casa del Petrarca ad Arquà. La validità del biglietto è di 15 giorni dal primo utilizzo. La card non è valida per le visite serali. Ogni Tessera Musei Carta Famiglia acquistata consente di effettuare un'unica prenotazione di accesso in Cappella degli Scrovegni.
Carta Famiglia - Accesso Cappella
€ 1,00
Per la prenotazione della Visita alla Cappella degli Scrovegni sarà dovuto un euro di prenotazione per ogni persona.

 

Le guide regolarmente iscritte all'albo e i giornalisti con tessera stampa entrano gratuitamente e non pagano l'euro di prenotazione (devono però effettuare la prenotazione "fisica" del posto per questioni di capienza della struttura tramite il Call Center 049 20 100 20)

 

 

ORARIO SERALE

 

Biglietto intero € 8,00

Le visite dalle 19.00 alle 22.00 vengono gestite dal personale della Cooperativa Giotto, l'ultimo turno prevede l'ingresso alle 21. 20 nel CTA e uscita dalla Cappella alle 22.00 .
Il biglietto serale è unico per tutti e corrisponde ad un ridotto di Euro 8.


Biglietto agevolato
€ 1,00

Categorie interessate:

  • Fino a 5 anni per tutti i bambini
  • Portatori di handicap
  • Acoompagnatore di portatori di handicap
  • Possessori di tessera ICOM: 1,00 euro per prenotazione Cappella

 

Ridotto serale
€ 6,00

Dai 6 ai 17 anni
Tutti gli studenti singoli fino ai 26 anni muniti di tessera e libretto
Studenti accompagnati dai loro insegnanti
Comitive di almeno 10 persone.
Ultra sessantacinquenni della Comunità Europea

Titolari tessere delle associazioni elencate nella voce "ridotto speciale convenzionati" diurno.

Biglietto promozione serale
"Doppio Turno"

€ 12,00

E' valido dalle 19 alle 21.20 e consente di permanere in Cappella 40 minuti. E' prenotabile solo tramite call center.

 

Padovacard da 48h e 72 h con relativo accesso.

Le guide regolarmente iscritte all'albo e i giornalisti con tessera stampa entrano gratuitamente e non pagano l'euro di prenotazione (devono però effettuare la prenotazione "fisica" del posto per questioni di capienza della struttura tramite il Call Center 049 20 100 20)

 

 

Promozione visite guidate e biglietto ridotto DA MARTEDÌ A SABATO ogni 15 minuti DALLE ORE 12.15 ALLE ORE 13.30 (ultimo ingresso con visita guidata alle ore 13:00). Nei periodi dell'anno in cui le visite alla Cappella durano 20 minuti, gli orari delle visite guidate slittano alle 12.00, 12.20, 12.40 e 13.00.

Per coloro che aderiscono all'iniziativa il biglietto d'ingresso alla Cappella degli Scrovegni è di 8,00€.

Il biglietto può essere prenotato tramite call center o su internet selezionando direttamente la tariffa ad 8,00€, salvo diritto a riduzioni migliorative.

Il costo della visita guidata è di 2,00€ A PERSONA e dovrà essere pagato al momento del ritiro del biglietto.

LA VISITA GUIDATA SARA' IN LINGUA ITALIANA.

LE VISITE GUIDATE VERRANNO EFFETTUATE SOLO FINO ALLA DATA DEL 31 OTTOBRE 2015.

 

 

La prevendita è obbligatoria.

Il biglietto non è rimborsabile.

Le prenotazioni possono essere effettuate fino al giorno antecedente la visita nel caso si scelga di pagare tramite carta di credito.
Per poter effettuare il pagamento nelle altre modalità disponibili, la prenotazione dovrà avvenire per via telefonica e obbligatoriamente con almeno tre giorni lavorativi d'anticipo rispetto alla data prevista per la visita. I tre giorni lavorativi sono da intendersi escludendo dal conteggio sia giorno di visita che quello di prenotazione.
(Esempio: data della visita VENERDI', ultimo giorno utile per effettuare la prenotazione LUNEDI').
Non si accettano prenotazioni per il giorno stesso.

Il pagamento dei biglietti avverrà:

1) per la prenotazione tramite call-center
con bonifico bancario (i dati per effettuare il bonifico saranno inviati tramite mail), oppure con conto corrente postale (i dati del conto postale su cui fare il versamento saranno inviati tramite mail), oppure con con carta di credito. Al momento sono accettate VISA, MASTERCARD e DINERS.

2) per la prenotazione ONLINE
con carta di credito. Al momento sono accettate VISA, MASTERCARD e DINERS.

Svolgimento della visita

Il visitatore sprovvisto di prenotazione deve verificare la disponibilità di entrata alla cassa del Museo.

La biglietteria dista circa 100 m dalla Cappella degli Scrovegni.

Il visitatore, munito di biglietto, deve presentarsi all'ingresso del Corpo Tecnologico Attrezzato di Accesso alla Cappella degli Scrovegni (C.T.A.) almeno 5 minuti prima dell'orario di visita indicato sul biglietto.

In caso di ritardo rispetto alla fascia oraria prenotata non sarà possibile accedere alla Cappella degli Scrovegni, se non prenotando un'altra fascia oraria disponibile e pagando nuovamente.

Non sono ammesse alla visita più di 25 persone per turno (includendo nel conteggio anche l'eventuale guida).

Il gruppo di massimo 25 persone deve raccogliersi all'entrata del C.T.A. per l'ingresso contemporaneo nella sala di compensazione.

Il visitatore deve sostare nella sala di compensazione del C.T.A. per 15 minuti, tempo necessario per la stabilizzazione del microclima interno. Successivamente accederà all'interno della Cappella per altri 15 minuti. La visita ha una durata complessiva di circa 30 minuti.

Per la stabilizzazione del microclima interno le porte automatiche di accesso si aprono una sola volta, sia in entrata che in uscita.

E' vietato introdurre animali, borse, cibi, bevande. I telefoni cellulari e gli smartphone dovranno essere silenziati.

E' permesso fotografare all'interno della Cappella e dei Musei Civici purchè:

•          la foto avvenga in forma di ISTANTANEA

•          si facciano fotografie a uso personale senza fini di lucro

•          non si venga a contatto/non si tocchi l'oggetto da fotografare

•          non vengano usate fonti di luce (compreso il flash)

•          non si utilizzino treppiedi

 

Si ricorda alla gentile clientela che non è possibile effettuare prenotazioni per il giorno stesso. Il ritiro dei biglietti prenotati deve avvenire con largo anticipo, specialmente ai gruppi si consiglia di arrivare almeno 45 minuti prima rispetto all'orario della visita. Non prima delle 8.30 per i prenotati con ingresso alle ore 9.00.

ORA PUOI PRENOTARE ONLINE

 

Il visitatore sprovvisto di prenotazione deve verificare la disponibilità di entrata alla cassa del Museo.

La biglietteria dista circa 100 m dalla Cappella degli Scrovegni.

Il visitatore, munito di biglietto, deve presentarsi all'ingresso del Corpo Tecnologico Attrezzato di Accesso alla Cappella degli Scrovegni (C.T.A.) almeno 5 minuti prima dell'orario di visita indicato sul biglietto.

In caso di ritardo rispetto alla fascia oraria prenotata non sarà possibile accedere alla Cappella degli Scrovegni, se non prenotando un'altra fascia oraria disponibile e pagando nuovamente.

Non sono ammesse alla visita più di 25 persone per turno (includendo nel conteggio anche l'eventuale guida).

Il gruppo di massimo 25 persone deve raccogliersi all'entrata del C.T.A. per l'ingresso contemporaneo nella sala di compensazione.

Il visitatore deve sostare nella sala di compensazione del C.T.A. per 15 minuti, tempo necessario per la stabilizzazione del microclima interno. Successivamente accederà all'interno della Cappella per altri 15 minuti. La visita ha una durata complessiva di circa 30 minuti.

Per la stabilizzazione del microclima interno le porte automatiche di accesso si aprono una sola volta, sia in entrata che in uscita.

E' vietato introdurre animali, borse, cibi, bevande. I telefoni cellulari e gli smartphone dovranno essere silenziati.

 E' permesso fotografare all'interno della Cappella e dei Musei Civici purchè:

 

•          la foto avvenga in forma di ISTANTANEA

•          si facciano fotografie a uso personale senza fini di lucro

•          non si venga a contatto/non si tocchi l'oggetto da fotografare

•          non vengano usate fonti di luce (compreso il flash)

•          non si utilizzino treppiedi

 

 

internocapLa Cappella intitolata a Santa Maria della Carità, affrescata tra il 1303 e il 1305 da Giotto su incarico di Enrico degli Scrovegni costituisce uno dei massimi capolavori dell'arte occidentale. La narrazione ricopre interamente le pareti con le storie della Vergine e di Cristo, mentre nella controfacciata è dipinto il grandioso Giudizio Universale, con il quale si conclude la vicenda della salvazione umana.
L'edificio era originariamente collegato al palazzo di famiglia, fatto erigere dopo il 1300, seguendo il tracciato ellittico dei resti dell'arena romana.
Da quando, nel 1880, la Cappella è stata acquisita dalla città di Padova, gli affreschi sono stati continuamente oggetto di particolari attenzioni e, nell'Ottocento e nel Novecento, sono stati compiuti svariati interventi conservativi. Dagli anni settanta fino ai giorni nostri, grazie alla stretta collaborazione tra Amministrazione locale, Soprintendenze e Istituto Centrale per il Restauro, sono stati compiuti accurati studi e monitoraggi sullo stato dell'edificio, sulla qualità dell'aria, sui fattori inquinanti, sullo stato di conservazione delle pitture. La costruzione del nuovo corpo di accesso, unitamente all'installazione di un impianto di trattamento dell'aria, permette di gestire il forte flusso dei visitatori in modo tale da non pregiudicare la conservazione degli affreschi.
Gli ultimi controlli, evidenziando una stabilizzazione della situazione, hanno permesso di eseguire il restauro, svolto dall'Istituto Centrale per il Restauro grazie al protocollo di intesa siglato tra il Comune e il Ministero per i Beni e le Attività Culturali.

SALA MULTIMEDIALE

adoramagiIl percorso conoscitivo propone sette postazioni multimediali, utili alla conoscenza degli affreschi della Cappella e del contesto storico artistico in cui Giotto ha operato.
Mediante l'utilizzo di più mezzi di comunicazione (immagini, suoni, testi parlati, ricostruzioni reali e virtuali) il visitatore diventa protagonista.
Utilizzando gli strumenti informatici che sono messi a disposizione, entrando in spazi fisicamente ricostruiti, alternando così momenti di fruizione "passiva" ad altri in cui può attivamente intervenire, l'utente può entrare nell'arte giottesca, comprendere il contesto in cui è maturata, approfondire tematiche a suo piacimento per arrivare a godere la visita del capolavoro giottesco emotivamente e cognitivamente preparato.
Il percorso non è obbligato e potrà durare da un minimo di 30 minuti ai tempi che ciascun visitatore riterrà opportuno.

 

restauro24Sette secoli fa, nell'anno del primo Giubileo (1300), fu posta la prima pietra della Cappella che Enrico Scrovegni, ricco banchiere e uomo d'affari padovano, aveva fatto erigere a completamento del palazzo.
Per adornare l'edificio, destinato ad accogliere lui stesso e i suoi discendenti dopo la morte, Enrico chiamò due tra i più grandi artisti del tempo: a Giovanni Pisano commissionò 3 statue d'altare in marmo raffiguranti la Madonna con Bambino tra due diaconi, a Giotto la decorazione pittorica della superficie muraria.
Giotto era un artista già celebre: aveva lavorato per il papa nella Basilica di S.Francesco in Assisi e in S.Giovanni in Laterano a Roma, a Padova nella Basilica di S.Antonio e nel Palazzo Comunale (detto "della Ragione").
A lui venne affidato il compito di raffigurare una sequenza di storie tratte dal Vecchio e dal Nuovo Testamento che culminavano nella morte e resurrezione del Figlio di Dio e nel Giudizio Universale, allo scopo di sollecitare chi entrava nella Cappella a rimeditare sul suo sacrificio per la salvezza dell'umanità.
Egli immaginò una struttura architettonica in finti marmi dipinti che sorregge la volta dall'aspetto di cielo stellato e i riquadri con le storie della Vergine e di Cristo.
L'opera fu ultimata in tempi molto brevi tanto che nel 1305, dopo 2 soli anni di lavoro, la Cappella era tutta decorata e veniva consacrata per la seconda volta.
restauro18Non si sa nulla, ancora oggi, della storia della Cappella fino all''800, quando rischiò di scomparire per il disinteresse dei nuovi proprietari che avevano lasciato crollare il portico sulla facciata ed il palazzo fatto costruire da Enrico.
Questi eventi si rifletterono negativamente sulla Cappella, rimasta senza appoggio e priva di protezione sul lato sinistro e sulla facciata. L'intervento del Comune, che nel frattempo l'aveva acquistato (1881), servì ad impedirne la perdita, ma sia l'edificio che gli affreschi erano già gravemente danneggiati.
Furono messi in opera radicali interventi di restauro soprattutto a fine '800 e agli inizi degli anni '60. Ma più recentemente si era venuto a creare un nuovo fenomeno di degrado causato dall'inquinamento, per cui il colore si polverizzava e cadeva.
Per capire come interviene, per alcuni anni furono effettuate indagini scientifiche mirate dai cui risultati si potè dedurre cosa fare per rallentare il degrado e, soprattutto, per impedire che in futuro esso subisse di nuovo pericolose accelerazioni.
Gli interventi conseguenti ebbero conclusione quando, il 31 maggio 2000, venne attivato il Corpo Tecnologico Attrezzato (CTA), "polmone tecnologico" a protezione del più importante ciclo pittorico di Giotto ed uno dei più importanti di tutti i tempi.
Solo dopo averne controllato per un anno il corretto funzionamento di prevenzione ambientale si sono potute iniziare le operazioni di conservazione e di restauro.

IL RESTAURO EFFETTUATO

restauro1I criteri seguiti, esposti in occasione della presentazione al pubblico del progetto di restauro il 12 giugno 2001. presso il Museo civico agli Eremitani, sono:

Interventi conservativi d'urgenza nelle zone a massimo rischio
Attenuazione delle disomogeneità cromatiche derivanti da differenti interventi di restauro (Botti e Bertolli fine '800, Tintori inizi anni '60)

Quanto al punto 1. si è proceduto al consolidamento dell'intonaco e della pellicola pittorica ed alla rimozione delle efflorescenze saline, che ottundevano il rilievo plastico delle immagini oltre a mantenere attivo il degrado; per il punto 2. gli aspetti più importanti riguardano, per la loro estensione, le mancanze del colore azzurro di fondo e le stuccature di lacune dell'intonaco dovute a vecchi restauri. Le lacune nell'azzurro vengono "abbassate" cioè fatte arretrare otticamente in modo da non dare fastidio a chi guarda pur senza ripristinare il colore mancante e si cerca di fare assumere alle stuccature un aspetto il più possibile omogeneo, di "intonaco abbassato", perchè interferiscano al minimo nella lettura dell'immagine.
restauro3In casi particolarmente significativi (per esempio la finta architettura dipinta che sorregge tutta la decorazione e sostiene riquadri) le lacune vengono reintegrate "a tratteggio"e - come sempre negli interventi sulle lacune - ad acquerello.
Nel cantiere, diretto da Giuseppe Basile hanno lavorato restauratori e allievi della scuola di restauro dell'ICR (coordinati da F. Capanna e A. Guglielmi), affiancati, per ciò che riguarda gli interventi di massima urgenza, dalle Ditte di restauro di opere d'arte Conservazione e restauro di Colalucci-Bartoletti, Pinin Brambilla Barcilon, Giantomassi-Zari, Conservazione Beni Culturali, Tecnireco di Fusetti-Virilli.
A supporto del cantiere: i laboratori ICR, scientifici (coordinatore M. Marabelli) e di documentazione digitale (coordinatore F. Sacco), il Comitato internazionale di esperti nel restauro di dipinti murali, la Commissione interdisciplinare per il restauro della Cappella, costituita da funzionari tecnici del Comune e del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e da esperti universitari e coordinata da Annamaria Spiazzi.

 

 

prenota

Galleria immagini

Si ricorda alla gentile clientela che non è possibile effettuare prenotazioni per il giorno stesso. Il ritiro del biglietto deve avvenire con congruo anticipo: si consiglia soprattutto ai gruppi di presentarsi in biglietteria almeno 45 minuti prima rispetto all'orario della visita. Non prima delle ore 8.30 per i prenotati con ingresso alle ore 9.00.

Modalità operative

Numero del call centre 049 20 100 20
(funzionante da lunedì a venerdì dalle 9 alle 19 sabato dalle 9 alle 18, escluso i festivi)

La prevendita è obbligatoria.
Le prenotazioni possono essere effettuate fino al giorno antecedente la visita nel caso si scelga di pagare tramite carta di credito.
Per poter effettuare il pagamento nelle altre modalità disponibili, la prenotazione dovrà avvenire per via telefonica e obbligatoriamente con almeno tre giorni lavorativi d'anticipo rispetto alla data prevista per la visita.
I tre giorni lavorativi sono da intendersi escludendo dal conteggio sia giorno di visita che quello di prenotazione. (Esempio: data della visita VENERDI', ultimo giorno utile per effettuare la prenotazione LUNEDI').
Non si accettano prenotazioni per il giorno stesso.
Il ritiro del biglietto deve avvenire con congruo anticipo: si consiglia soprattutto ai gruppi di presentarsi in biglietteria almeno 45 minuti prima rispetto all'orario della visita. Non prima delle ore 8.30 per i prenotati con ingresso alle ore 9.00.

Il sito web usa i cosiddetti cookie per migliorare l’esperienza dell’utente. Fino a che non si sarà premuto il tasto - Accetto i cookies - nessun cookies sarà caricato.

Leggi l'informativa sull'utilizzo dei cookies

Prendi visione dell'e-Privacy Directive Documents

Hai rifiutato l'utilizzo dei cookies. Potrai cambiare la tua decisione in seguito.

Hai accettato l'utilizzo dei cookies. Potrai cambiare la tua decisione in seguito.